Il prezzo Bitcoin si ferma a 11.400 dollari, mentre Altcoins segna le perdite minori

La maggior parte delle monete alternative a cappuccio più grande ha registrato lievi perdite da ieri. La Bitcoin è riuscita a mantenere il suo livello di prezzo a circa 11.400 dollari.

A parte un breve picco a oltre 11.500 dollari, la Bitcoin è rimasta relativamente calma intorno ai 11.400 dollari nelle ultime 24 ore. La maggior parte delle monete alternative hanno segnato perdite minori, con l’Ethereum che è sceso sotto i 380 dollari e l’Onda sotto gli 0,25 dollari.

Il Bitcoin rimane intorno agli 11.400 dollari

Come riportato ieri, la Bitcoin ha scambiato circa 11.400 dollari, nonostante la richiesta del presidente americano Donald Trump di ulteriori stimoli economici. Nelle ultime 24 ore, BTC ha iniziato un percorso verso il suo massimo giornaliero di 11.550 dollari (su Binance).

Tuttavia, l’aumento è stato piuttosto breve, e Bitcoin si è diretto rapidamente verso sud. Nelle ore successive, la valuta primaria di crittografia ha registrato il suo minimo intragiornaliero sotto gli 11.300 dollari. Da allora la Bitcoin è riuscita a recuperare un po‘ di terreno ed è risalita ad un livello familiare, intorno agli 11.400 dollari.

Gli indicatori tecnici dietro Bitcoin suggeriscono che l’asset potrebbe contare su linee di supporto a 11.200 dollari, 11.050 dollari e 10.930 dollari in caso di rottura del prezzo. In alternativa, i primi livelli di resistenza all’interno del suo lato se BTC si dirige verso l’alto sono di 11.464 dollari e 11.600 dollari.

I tre più importanti indici azionari statunitensi hanno chiuso la sessione di trading di ieri con un calo tra lo 0,6% e lo 0,8%. Considerata la crescente correlazione di Bitcoin con Wall Street negli ultimi tempi, questi sviluppi potrebbero suggerire un calo dei prezzi a breve termine anche per BTC.

Altcoin in rosso

Come si vede dal grafico sottostante, il rosso domina la maggior parte del mercato. L’Ethereum non è riuscito a sostenere la sua attuale corsa rialzista, che lo ha portato a superare i 385 dollari qualche giorno fa. ETH commercia sotto i 380 dollari, dopo un altro calo dell’1%.

Anche l’ondulazione ha perso un certo valore (2,7%), e l’XRP si trova al di sotto di 0,25 dollari. Anche Polkadot (-2,8%), Chainlink (-3,7%), Cardano (-2,5%) e Litecoin (-1%) sono scesi da ieri.

Bitcoin Cash e Binance Coin sono le uniche eccezioni dalla top 10 con piccoli guadagni. Near Protocol è il perdente più significativo da ieri. NEAR è crollato del 30% dopo l’hype di ieri creato dopo le quotazioni su due scambi leader – Binance e Huobi.

Uniswap (-14%), Storj (-13%), Aave (-11%), 0x (-11%), Ocean Protocol (-10%) e Synthetix Network Token (-10%) sono i prossimi. Al contrario, ABBC Coin ha guadagnato il massimo su una scala di 24 ore – 36%. Seguono i diritti di riserva con un picco del 16%.